Dermatite seborroica al viso: come identificarla e trattarla

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter

dermatite seborroica visoNei casi in cui la dermatite seborroica colpisce il viso, i sintomi principali con cui la patologia si manifesta sono un arrossamento pruriginoso e lievemente desquamante di fronte, guance e delle aree intorno al naso.

Per avere la certezza di essere colpiti da dermatite seborroica, per il paziente è di fondamentale importanza rivolgersi a un dermatologo, che potrà diagnosticare se si tratta effettivamente di questa patologia o se la persona è interessata da altre problematiche cutanee, come rosacea o acne.

Una volta effettuata la diagnosi, il dermatologo consiglierà al paziente la cura adatta al suo caso specifico, in base alla tipologia di pelle e alla gravità del disturbo. I prodotti da applicare sono generalmente degli antimicotici, che diminuiscono la quantità di Malassezia nelle aree colpite, o dei preparati a base di zolfo e acido salicilico, principi attivi in grado di far regredire la dermatite, senza provocare effetti collaterali.

Tra i ritrovati più efficaci per il trattamento della dermatite seborroica, c’è l’Alukina un composto polifunzionale naturale, che agisce sulla pelle in maniera sinergica, determinando una remissione delle lesioni a soli quattordici giorni dall’inizio dell’applicazione e in alcuni casi già dopo una settimana.

Oltre a intervenire attraverso l’uso di cure specifiche, chi è affetto da dermatite seborroica al viso, per non aggravare la situazione, deve seguire alcuni accorgimenti nella cura quotidiana della pelle. Tra i più importanti:

  • detergere il volto con prodotti delicati;
  • applicare cosmetici oil-free;
  • evitare di frizionare la cute, in fase di asciugatura del viso.

Articoli simili che potrebbero interessarti

Articoli simili che potrebbero interessarti