Dermatite Seborroica: attenzione all’autodiagnosi

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter

Diffusione Dermatite SeborroicaLa Dermatite Seborroica è una patologia contraddistinta da sintomi ben precisi che includono infiammazione e arrossamento della pelle, formazione di squame biancastre o giallastre, cute untuosa, dolore, prurito e nel caso di dermatite seborroica del cuoio capelluto anche perdita dei capelli.

Nonostante la sintomatologia sia spesso evidente, il comportamento migliore da seguire  è evitare l’auto-cura e recarsi da uno specialista dermatologo per una diagnosi adeguata. Il dermatologo, a seguito della visita, saprà confermare la presenza effettiva della dermatite seborroica, stabilendo al tempo stesso il percorso da intraprendere per combatterla.

Non tutti i prodotti attualmente in commercio agiscono infatti con le medesime modalità e la cura va personalizzata a seconda dei casi. I trattamenti per contrastare la dermatite seborroica sono inoltre numerosi: dai prodotti contenenti Ketoconazolo e solfuro di selenio, che svolgono un’azione fungicida, fino a quelli all’Alukina, un composto polifunzionale con allume di potassio, Acido 18 betaglicirretico (ricavato dalla liquirizia) e Vitamina A Palmitato.

Per evitare qualsiasi dubbio o ulteriore problema, il consiglio è quindi di dire “no all’autodiagnosi”, optando per una visita specialistica.

Articoli simili che potrebbero interessarti

Articoli simili che potrebbero interessarti