Dermatite Seborroica: attenzione a non confonderla con altri disturbi cutanei

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su twitter

Differenza Dermatite Atopica e Dermatite SeborroicaEsistono alcuni disturbi della pelle che tendono ad essere confusi con la Dermatite Seborroica, perché presentano una sintomatologia molto simile. L’elenco di queste problematiche cutanee include: la Psoriasi, la Dermatite Atopica e la Tigna.

Quali sono le caratteristiche comuni e quali le differenze?

Psoriasi VS Dermatite Seborroica
Come la Dermatite Seborroica, anche la Psoriasi provoca rossore e desquamazione della pelle. Le scagliette caratteristiche del disturbo, però, sono di colore argenteo e di solito, oltre che sul cuoio capelluto, si presentano anche in zone diverse da quelle colpite dalla Dermatite Seborroica, come le ginocchia e i gomiti. Le squame possono essere poche o, in alcuni casi, possono invece interessare ampie aree del corpo. Come la Dermatite Seborroica, anche la Psoriasi può provocare la comparsa di forfora.

Dermatite Atopica VS Dermatite Seborroica
Tra i sintomi che accomunano le due tipologie di Dermatite, vi sono prurito e arrossamento. A differenza della Dermatite Seborroica, però, la Dermatite Atopica non si manifesta solo a livello cutaneo ma può espandersi fino alle mucose. Con una certa frequenza, il disturbo è infatti accompagnato anche da congiuntivite o rinite nelle loro forme allergiche e, in alcuni casi, da episodi di asma.

Tigna VS Dermatite Seborroica
La Tigna o Tinea Capitis è un’infezione della pelle causata da funghi patogeni, detti dermatofiti. Tra i sintomi che possono farla confondere con la Dermatite Seborroica vi sono rossore, infiammazione, desquamazione e prurito. Il disturbo, particolarmente diffuso tra i bambini in età scolare, è contraddistinto anche da chiazze ben delimitate a livello del cuoio capelluto.

Cosa fare nel dubbio?
Considerata la somiglianza sintomatologica tra queste problematiche cutanee, è fondamentale ricorrere a un controllo dermatologico specialistico, per poter conoscere con certezza il tipo di disturbo da cui si è affetti e indirizzare il trattamento sulla giusta rotta.

Articoli simili che potrebbero interessarti

Articoli simili che potrebbero interessarti